Amman, la guida dettagliata per esplorare la capitale giordana

Amman passa sempre in secondo piano rispetto alle bellezze della Giordania. Sebbene la capitale giordana sia caotica, mal tenuta e sconclusionata, è una città che amo e dove torno spesso con grande piacere, motivo per cui la conosco piuttosto bene. In questo articolo voglio portarvi alla scoperta di questa dinamica metropoli che offre molti luoghi da esplorare e in cui godersi attimi di pace. Molti di più di quelli che si pensa.

WhatsApp Image 2020-07-23 at 18.51.04
Il paesaggio urbano di Amman

QUANTI GIORNI

Amman è molto grande. Fu fondata su sette colli (in arabo jabal), ma oggi ne conta molti di più, 19, e è inoltre molto trafficata. Per questo suggerisco di dedicarle due giorni pieni per esplorarla con calma.

Un altro suggerimento è aggiungere uno o due giorni ed usarla come base per visitare in giornata altre località di interesse turistico nei dintorni, come la cittadina ottomana di As Salt, il sito archeologico romano di Jerash, il birrificio di Carakale e il loop dei Castelli del deserto. 

STREET
Street art, Amman

DOVE DORMIRE

Chi mi segue sa che raramente suggerisco alberghi in cui alloggiare. Infatti io viaggio spesso usando Couchsurfing (per sapere di cosa si tratta leggete i miei articoli Couchsurfing, cos’è, come funziona e se fa per te e Couchsurfing, come diventare surfisti olimpionici di divani) o comunque non bado troppo a dove passo la notte perché a me serve solo un tetto (o una tenda) sopra la testa.

Amman offre un po’ di tutto: dagli ostelli economici (potete trovarli su Hostelworld) agli alberghi a 5 stelle (Booking), dagli Airbnb agli appartamenti boutique.

Quindi dipende dal vostro budget e esigenze. Un consiglio però ve lo do: scegliete un posto molto centrale per poter passeggiare senza troppi limiti ed evitare di dover passare troppo tempo in mezzo al traffico. Amman è sì grande, ma le attrattive interessanti si trovano tutte in centro.

WhatsApp Image 2020-07-23 at 18.26.22 (1)
Il Teatro Romano (una bella vista su questo monumento e annessi la potete avere dal Layaali Hotel)

COME ARRIVARE

DALL’AEROPORTO INTERNAZIONALE DI QUEEN ALIA

Ci sono tre modi per raggiungere il centro città:

1) Noleggiare un’automobile in aeroporto che vi servirà per esplorare in libertà e comodamente la Giordania (date un’occhiata a Rentalcars, o meglio ancora su Booking).

2) Prendere un taxi (la tariffa ufficiale è JOD22,50) o un Uber o Queen Car o Careem (costa sui JOD15).

3) Prendere il bus della Sariya Airport Express che per JOD3,70 vi porta alla stazione Nord. chiamata Tabarbour. I biglietti di fanno al chiosco subito fuori l’aeroporto. Ci sono corse circa ogni ora dalle 6:30 alle 24. Da qui dovrete poi prendere un taxi per raggiungere il vostro hotel.

DALLE CITTA’ GIORDANE SERVITE DAI BUS PUBBLICI

Con i local bus (van da 20 posti che partono quando sono al completo) arriverete, a seconda della provenienza, alla stazione Sud o alla stazione Nord.

Con un JETT bus (pullman che partono a orari fissi) vi scaricheranno alla Stazione Abdali.

La situazione mezzi pubblici giordani la spiego meglio nel mio articolo Organizzare un viaggio in Giordania, ecco cosa sapere.

WhatsApp Image 2020-07-23 at 18.26.22 (2)
Palazzo Omayyade, Cittadella di Amman

COME SPOSTARSI

Su questo argomento ho una cattiva e una buona notizia.

La cattiva è che il sistema dei trasporti pubblici è pessimo (come in tutta la Giordania d’altronde): niente metro, mentre gli autobus sono pochi e rimangono imbottigliati nel traffico.

La buona notizia invece è che i taxi sono economici, veloci ed efficienti. Tuttavia ad Amman consiglio di affidarsi a Uber. In alternativa ci sono applicazioni locali simili: Queen Car e Careem. Io quando non mi sposto a piedi le uso sempre.

Vi sconsiglio caldamente di spostarvi con l’automobile a noleggio perché guidare in una metropoli come Amman vi farà impazzire. Se avete noleggiato un’auto (opzione consigliatissima in Giordania, leggete anche Organizzare un viaggio in Giordania, tutto quello che devi sapere) parcheggiatela e prendetela solo fuori città.

Scalinata
Le vivaci scalinate di Amman. La città si estende su 19 colli… un continuo di saliscendi

COSA VEDERE

Dal punto di vista urbanistico e architettonico Amman non è certo una Parigi o una Roma… è piuttosto monotona: principalmente edifici quadrati color avorio costruiti con la tipica pietra bianca di Amman, che si arrampicano sui 19 colli. Quindi vi suggerisco di visitarla focalizzandovi su determinati luoghi più che passeggiare molto. Detto questo a me il panorama urbano di Amman piace, ma gran parte dei turisti che la visitano non la pensano come me.

Ecco dunque le attrattive principali della capitale:

1) La Cittadella

Questo sito archeologico abbarbicato sul colle Jabal al Qala è uno dei must di Amman. Qua si trovano i resti del Tempio di Ercole (Amman fu colonizzata dagli antichi Romani che la chiamavano Philadelphia e la inserirono nelle Decapoli del Vicino Oriente), il piccolo Museo Archeologico Nazionale, il Foro Romano e il Palazzo Omayyade.

Il consiglio: Dalla Cittadella godrete di un bel panorama a 360 gradi su Amman (si vede anche il Teatro Romano) quindi una bella idea può essere quella di venirci nel tardo pomeriggio per godersi il tramonto sulla città.

Orari: 8-17

Biglietto: JOD3 (gratiuto con il Jordan Pass)

WhatsApp Image 2020-07-23 at 18.26.22 (3)
Tempio di Ercole, Cittadella di Amman

2) Il Teatro Romano, il Ninfeo e l’Odeon

L’enorme Teatro Romano (può ospitare fino a 6000 persone!) che sorge ai piedi di Jabal Jofeh su Hashemite Plaza è perfettamente conservato. La piazza è molto animata ed è un bel posto in cui passeggiare e sedersi la sera.

Nei pressi si trova anche un teatro molto più piccolo: l’Odeon che ha una capienza di circa 500 posti.

Di fronte al teatro troverete i resti del Ninfeo. Il Ninfeo era una grande fontana che i Romani costruivano nelle città per farci confluire il sitema idrico della metropoli (il nome infatti deriva dalle ninfee, divinità classiche che abitavano i corsi d’acqua). Era una struttura tipica delle città e serviva sia a livello pratico sia estetico.

La curiosità: lo sapevate che c’è un ninfeo anche a Petra? Purtroppo poco ne resta, ma in compenso ora sulle sue rovine sorge un albero di pistacchio vecchio di tre secoli!

Il consiglio: Se alloggiate al Layaali Hotel, dalla vostra camera avrete una stupenda vista di tutti e tre questi monumenti (che sorgono proprio di fronte all’albergo che tra l’altro vi consiglio).

Orari: 8-17

Biglietto: JOD3 (gratuito con il Jordan Pass)

Teatro Romano visto dall’alto, Amman

3) La Moschea di Re Abdullah I

La moschea dedicata al Re Abdullah I è una delle più grandi in Giordania e sicuramente la più bella. Situata nel quartiere Abdali, la riconoscerete facilmente grazie all’enorme cupola azzurra decorata a mosaici. È visitabile anche all’interno (è l’unica moschea della capitale a essere accessibile ai non musulmani), ma ricordate il dress code: uomini con pantaloni lunghi e donne coperte (il velo da mettere sul capo lo trovare all’entrata se ne siete sprovviste).

Orari: 8-11; 12:30-14, tutti i giorni tranne i Venerdì.

Biglietto: JOD2

4) Rainbow Street

Lunga e frequentata via del centro piena di locali e ristoranti in cui è piacevole trascorrere una serata, sorseggiare un tè arabo, fumare il narghilé o fermarvi ad ammirare le gallerie d’arte. È uno dei luoghi più vibranti di Amman!

Rainbow
Rainbow Street

5) Il Jordan Museum

È il più completo museo storico e culturale del paese. È grandissimo, quindi prendetevi il vostro tempo e godetevelo appieno! 😉

Orari: Giovedì-Lunedì 9-17, Venerdì 3-18. Martedì chiuso.

Biglietto: JOD5

6) I Bazar su Faisal Street

Questa lunga e caotica via è piena di negozi di abbigliamento (tradizionale e non), profumi, spezie e souvenir. È il posto ideale per cercare regalini per voi e amici.

Spezie
Spezie

7) L’antica residenza Diwan del Duca

Si tratta di una dimora storica situata al numero 12 di Faisal Street. Questa casa che fu ufficio postale, Ministero delle Finanze e infine sede dell’Haifa Hotel, è uno dei palazzi più antichi e meglio conservati del centro storico di Amman. Non troverete interni tipicamente arabi, se è quello che vi aspettate, ma un arredamento occidentale anni Venti che conferisce alla casa una bellissima atmosfera d’altri tempi.

8) Street art nei dintorni di Jabal Al Lwibdeh (e non solo)

Per calarvi nell’atmosferea cittadina e ammirare i murales della città, perdetevi tra i saliscendi in questa zona. Incontrerete ripide e colorate scalinate e, se siete nella bella stagione, frondosi rampicanti in fiore. È una zona molto frequentata da occidentali.

Se poi siete proprio dei patiti della street art, allora potete approfondire l’argomento visitando la mappa interattiva Amman Street Art Documentation Project a cura della csbe (il Centro per lo studio dell’urbanistica) e andare a caccia di murales. Potrete anche contribuire a aggiornare la mappa nel caso scoviate nuovi angoli in cui i muri “parlano”.

WhatsApp Image 2020-07-23 at 18.55.29
Street art, Amman

RISTORANTI E CAFÉ

Amman offre degli angolini rilassanti in cui fermarsi a bere un tè, fumare il narghilé e mangiare le ottime specialità del posto. Ecco i miei preferiti (con tanto di indicazione se servono alcolici. Per sapere di più su dove e come bere alcol in Giordania leggete anche Giordania, dove e come bere alcol):

1) Hashem

Taverna spartana, centrale, economica e famosissima. Un must per chi si trova in città e vuole assaggiare i felafel migliori di sempre! Ideale per la colazione in stile giordano.

Alcol: NO

2) Wild Jordan Café

Se siete interessati a cibi e bevande biologici e salutari questo posto luminoso fa per voi. Il Wild Jordan Café però non è solo un bel posto dove sorseggiare buoni frullati godendo di una bella vista sulla Cittadella, ma è anche un centro in cui reperire informazioni sulle riserve giordane (tra cui il famoso Wadi Mujib in cui si pratica canyoning, la riserva di Dana per i trekking e la riserva di Azraq in cui avvistare gli orici) e acquistare escursioni organizzate a tema naturalistico.

Alcol: NO

Wild Jordan Café
Wild Jordan Café, Amman

3) Sufra

Uno dei ristoranti migliori della capitale. Si trova nell’animata Rainbow Street e vanta, oltre a una cucina ottima, anche interni speciali.

Alcol: NO

4) Jafra

Questo ristorante libanese di categoria media è molto popolare. Grande e con interni rustici offre ottimo cibo mediorientale e una grande selezione di shisha. Si trova in centro, ma in una stradina un po’ nascosta. Tenetelo in considerazione quando lo cercate!

Alcol: NO

5) Book@café

Un posto che adoro: uno dei miei preferiti in città. Questo rilassante café è uno dei pochi in cui servono l’alcol. Hanno anche il naghilé, ma il pezzo forte, da cui prende il nome, è la fornita libreria in lingua araba e inglese. Dispone anche di un bel terrazzo.

Alcol: SÌ

Book at Café
Book@café, Amman

6) Shams al Balad

Insieme al Sufra e al Jafra è uno dei ristoranti più inn e rinomati di Amman.

Alcol: NO

7) Old view

Un posto che amo! Come si capisce dal nome si tratta di un ristorante e fascinoso café in vecchio stile con una bellissima terrazza panoramica che dà sui colli della città. Qua si può anche fumare il narghilé.

Alcol: NO

Old Café
Old view, affascinante ristorante con vista

8) Al medina Restaurant & Café

Questo café spazioso ha un bel balcone in cui sedersi a contemplare il caotico viavai di Faisal Street. Io ci vengo spesso per fumare il narghilé, ma si può anche mangiare e bere bevande analcoliche.

Alcol: NO

9) Rotana Desk

All’ultimo piano di questo grattacielo hotel si trova un elegante quanto costoso sky bar. Ideale se siete in “modalità chic”.

ALCOL: SÌ

WhatsApp Image 2020-07-23 at 19.03.22
Cubismo giordano, Amman

State programmando un viaggio in Giordania? Allora potrebbero interessarvi anche i miei articoli su Petra: Petra, tutte le info, i costi, i consigli per visitare l’antica capitale nabatea e 10 luoghi “segreti” di Petra che forse non conosci la Guida completa al Jordan Pass e Organizzare un viaggio in Giordania, ecco cosa sapere

Avete trovato utile questo articolo? Condividetelo, può servire ad altri 😉 Per rimanere aggiornati sulla Giordania, chiedere e condividere esperienze di viaggio, iscrivetevi al gruppo Facebook Amici della Giordania.

Invece per chiacchierate, domande e organizzare su misura il vostro viaggio in Giordania mi trovate scrivendomi una mail alla voce del menu Contact me, su Facebook e Instagram.

© 2020, Cristina Cori. All rights reserved. Copyright © CristinaCori.com

Di' la tua