Lasciate che mi presenti

“Quando vivi in un luogo a lungo diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco”  

Josef Koudelka

Teheran, Iran

All’anagrafe sono Cristina Cori, per gli amici Spina, e a chi mi chiede di presentarmi dico che sono una “cacciatrice di storie” perché in fondo è quello che faccio. Per essere più chiara però, finisco sempre per inserirmi nella casella preimpostata della giornalista-fotografa dal momento che gli strumenti che uso sono la penna e la fotocamera. 

Sono nata e cresciuta, da famiglia più che mista direi, a Roma città alla quale sono molto legata, ma per passione, curiosità e lavoro mi trovo di frequente altrove alla ricerca di stimoli e nuove esperienze. Insomma, parto spesso…o almeno ci provo, visto che vivo una perenne lotta tra l’istinto materno nei confronti del mio adorato giardino e la mania compulsiva di partire.

Matera, Italia

Irrequieta e succube di una forte dipendenza da tè e viaggi, dopo essermi laureata in Lingue e Civiltà Orientali a La Sapienza, ho usato per anni il mio tempo entrando e uscendo da contesti lavorativi senza mai trovare quello che stavo cercando.

Cosa cerco? Di preciso non lo so neanche io, ma adoro esplorare. In fin dei conti da piccola andavo in giro dicendo che da grande avrei fatto l’esploratrice; beh, diciamo che la travel blogger è quello che più gli si avvicina: parti in avanscoperta, torni e racconti.  

Ho deciso allora di abbandonare la grande strada principale e addentrarmi in vie secondarie, prive di indicazioni, spesso pericolose e remote, ma sempre eccitanti e meravigliose.

Così sono partita. Ora viaggio e scrivo. Ed è la cosa più bella che poteva capitarmi!

Dublino, Irlanda

“Vidi il pericolo, eppure camminai lungo la via incantata, e dissi: che il dolore sia una foglia caduta all’alba del giorno”

Patrick Kavanagh

© 2016 – 2017, Cristina Cori. All rights reserved. Copyright © CristinaCori.com