Lasciate che mi presenti

“Quando vivi in un luogo a lungo diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco”  

Josef Koudelka

Teheran, Iran

All’anagrafe sono Cristina Cori, per gli amici Spina, e a chi mi chiede di presentarmi dico che sono una “cacciatrice di storie” perché in fondo è quello che faccio.

Sono nata e cresciuta, da famiglia più che mista direi, a Roma città alla quale sono molto legata, ma per passione, curiosità e lavoro mi trovo di frequente altrove alla ricerca di stimoli e nuove esperienze.  Insomma, parto spesso…o almeno ci provo.

Petra, Giordania

Da bambina nei Balcani mi predissero un futuro da scrittrice, ma io che sognavo avventure di pirati, briganti ed orizzonti lontani crebbi convinta che sarei diventata un’esploratrice. 

Cosa sono infine diventata a volte non lo so bene neanche io; tuttavia posso dirvi che adoro la natura, il deserto con i suoi cieli stellati, il silenzio, una tazza di tè che scalda quando fuori piove, gli abbracci intensi, i sorrisi improvvisi e le risate che sgorgano dal cuore. Mi commuovo facilmente, forse troppo, e spesso basta un raggio di sole e la carezza di un filo di vento sulla pelle per rendermi felice.   

Rio de Janeiro, Brasile

Sono anche irrequieta e soffro di una particolare avversione alla noia e alla monotonia, così dopo essermi laureata in Lingue e Civiltà Orientali a La Sapienza, ho usato per anni il mio tempo entrando e uscendo da vari contesti lavorativi senza mai trovare quello che stavo cercando.

Cosa cerco? Di preciso non lo so neanche io, ma adoro esplorare. E se viaggiare è diventata la mia missione, scrivere, come voleva la profezia gitana, si è rivelata la mia vocazione.  

Machu Picchu, Perù

Ho deciso allora di abbandonare la grande strada principale e addentrarmi in vie secondarie. Ho deciso di perdermi, di improvvisare, di fidarmi del mio istinto e degli umori del momento. Forse sbaglio, forse no. Ma sono partita.

Ora viaggio e scrivo. Ed è la cosa più bella che poteva capitarmi!

Dublino, Irlanda

 

E sapete una cosa? Mi sa che la profezia ci aveva preso: il mio primo libro l’ho scritto.  Si intitola “Russia coast to coast in Transiberiana” (Alpine Studio Edizioni) ed è il racconto dei miei quasi 4 mesi in viaggio lungo la Transiberiana da San Pietroburgo a Vladivostok passando per la Mongolia. 

 

“Vidi il pericolo, eppure camminai lungo la via incantata, e dissi: che il dolore sia una foglia caduta all’alba del giorno”

Patrick Kavanagh

© 2016 – 2019, Cristina Cori. All rights reserved. Copyright © CristinaCori.com